spin

PROGRAMMA AUTUNNO 2017

INGRESSO a contributo minimo € 7
Ingresso Gratuito per i bambini fino a 12 anni e I visitatori che si iscriveranno al Fai durante la mostra.
Per iscritti FAI e possessori Card Castelli del Ducato contributo minimo € 5.00

Salvo diversa indicazione, tutte le conversazioni si svolgeranno presso lo spazio conferenze

—PROGRAMMA IN VIA DI DEFINIZIONE—

Sabato 7 Ottobre

h. 9.00

APERTURA AL PUBBLICO

h. 10.00

sabato_allestimento_programma_frutti_antichi_primavera_2016_primavera

Inaugurazione della ventiduesima edizione

h.11.00

UNA BATTAGLIA VINTA: UN ANTICO VITIGNO AUTOCTONO DIMENTICATO
INSERITO NEL REGISTRO NAZIONALE DELLE VARIETA’ DI VITE

La Mornasca, conosciuta anche con il vecchio nome di “Uva di Mornico”, era presente nei vigneti di questo paese già prima della Fillossera, tuttavia, essa cadde nell’oblio con le generazioni successive di vignaioli. Alcuni anni fa l’“Uva di Mornico”, che per moltissimo tempo era rimasta senza denominazione, potè essere inserita nel registro nazionale delle varietà di vite grazie a uno studio condotto dall’Università di Milano e prese il nome di “Mornasca”.

Conversazione a cura di Domenico Cuneo di Cascina Gnocco e Pierluigi Pettorelli

frutti-antichi-paderna-autunno-cascina-gnocco-battaglia-vinta

h.12.00

programma-frutti-antichi-autunno-2017-potatura

LA POTATURA DEGLI ALBERI DA FRUTTO: GLI ERRORI PIU’ COMUNI

Cosa evitare per avere frutta nel proprio frutteto evitando gli errori più comuni

Le piante si potano, non si tagliano. Potare è un’arte che va imparata correttamente, pena una scarsa produttività o problemi fitosanitari dell’albero Conversazione a cura di Mauro Carboni, agronomo, libero professionista, esperto di biodiversità vegetale.

h.15.00

ARCHEOLOGIA ARBOREA, ANTICHE VARIETA’ LOCALI DI FRUTTA TRA STORIA, PAESAGGIO E ARTE.

Conversazione a cura di Isabella dalla Ragione Presidente Fondazione Archeologia Arborea Onlus

Sabato pomeriggio presso lo spazio conferenze

programma-frutti-antichi-autunno-2017-archeologia

h.16.30

frutti-antichi-paderna-castello-piacenza-autunno-bacche-patata

L’ORTO CREATIVO CON BACCHE E SEMI DI PATATA

Se sulle vostre piante di patata trovate delle piccole bacche verdi non buttatele nella compostiera, potrebbero offrirvi l’occasione per impreziosire il vostro orto creando nuove, esclusive, varietà. In questa conversazione scopriremo come fare.

I segreti della selezione di nuove varietà di patate partendo dal seme vero saranno svelati da Fabrizio Bottari dell’Associazione “Consorzio della Quarantina”

Luogo e ora in via di definizione

TUTTO IL GIORNO

frutti-antichi-paderna-castello-piacenza-autunno-uncinetto

MINI MARKET ALL’UNCINETTO

Una straordinaria esposizione tutto ciò che è commestibile… all’uncinetto.
Fantasia, creatività e manualità sono messe a disposizione dal Corso di uncinetto creativo koala “C.U.C.K.” dell’ associazione L’egalitè di Sarzana

“CUSTODI DEL SILENZIO”

“Prima della notte, Un anno con i pastori erranti della Lucania”
La narrazione prende le mosse all’inizio dell’autunno del 1954, all’interno di un casóne adiacente
ad un grande jazzo nel cuore della Lucania, e termina alla fine dell’estate dell’anno successivo,
con la partenza delle greggi dai pascoli montani.

programma-frutti-antichi-autunno-2017-custodi-del-silenzio-01

Domenica 8 Ottobre

h. 10.00

fagioli-di-mamma-programma-frutti-antichi

I FAGIOLI NEL BAULE 

I referenti dell’azienda agricola valdostana Paysage à manger, raccontano la loro avventura di “cercatori di semi”.

“…. Non volevamo rassegnarci al fatto che non fosse rimasto nulla (come spesso sentivamo dire) del gigantesco patrimonio di semi e varietà che caratterizzava gli orti e i campi fino alla fine dell’ottocento ed in parte fino al secondo dopoguerra.

Cosí, chiedendo, spargendo la voce, parlando con le persone abbiamo capito che quel patrimonio non é del tutto scomparso, ma é solo stato messo da parte dalla storia agricola, economica e sociale delle nostre terre. Quel patrimonio vive negli orti di alcune famiglie più o meno rurali legate a quel passaggio famigliare di semi, saperi, ricette e consuetudini che si chiama tradizione.

Le persone che coltivano varietà tradizionali ne parlano poco, non capiscono quale interesse possa muovere un’azienda agricola nel recuperare le antiche varietà, hanno un po’ di timore (giustificato) di mercificazione di ciò che per loro é un fatto famigliare o al più di villaggio, é un rapporto con il cibo e con il passato.

Abbiamo così raccolto i fagioli “De maman” (della mamma), i Rena, i Demin e i Gameà a Fontaimemore, un bellissimo fagiolo senza nome ad Issime, un fagiolino chiamato “Fasoulé” a Fenis, i “Nou Feisuoc” di Saint Marcel, i “Klosterfrauen” del Vallese, i fagioli de la Soursa a Saint Vincent, gli “Oktoberli” dalla svizzera, les “Crochets” dalla Savoia, 4 varietà di fagioli rampicanti da Perloz, l’ “Haricot de la Valloise” e numerose altre varietà che stiamo (non senza difficoltà) riproducendo partendo in alcuni casi da pochissimi semi. …..  Per noi al recupero deve seguire la coltivazione ed il consumo di più persone possibile; queste varietà si salveranno solo se saremo capaci a coltivarle in tanti e a mangiarle in tanti perché riappropriarci delle nostre varietà antiche significa riavvicinarsi alla cultura del cibo ed al suo grande valore simbolico, significa dare nomi e valori a ciò che ci mettiamo nel piatto ed infine legarsi ad una terra, ai suoi luoghi e alla gente che la coltiva e la custodisce.

h. 11.00

LIQUORI E DISTILLATI CON LE ERBE

Tecniche e vecchie ricette alla portata di tutti
A cura di Mara Andreotti di Liquomar e di Giovanna Caldani Piante fornite dal vivaio Fratelli Gramaglia. Presso lo spazio espositivo di Liquomar nella corte grande.

 

programma-frutti-antichi-autunno-2017-liquori-01

h. 12.00

piante-innovative-programma-frutti-antichi

Piante edibili, piante incredibili

– Una via pratica per conoscere e utilizzare le piante insolite alimentari e curiose del mondo,
– Una selezione di varietà antiche e fuori mercato che abbiamo definito innovative per le loro qualità e storie,
– L’impiego di queste piante legato ai metodi per l’autoproduzione
– L’attuazione di buone pratiche legate al recupero della fertilità del suolo e la qualità dei prodotti della terra.

Conversazione a cura di Paolo Gullino, dell’azienda agricola Piante Innovative.

Piante Innovative cerca di offrire un ponte tra le antiche tradizioni e le esigenze moderne, mettendo come sponde le piante, risorse indispensabili per la sostenibilità ambientale.

Presso lo stand di Piante Innovative, giorno  e ora da definire

h. 14.00

Proiezione di HUNGER4BEES

Il documentario che racconta perché il declino delle api influisce sulla tua alimentazione.
Un viaggio tra l’Italia e l’India che rivela la relazione tra il declino degli insetti impollinatori e la sicurezza alimentare, attraverso le voci di apicoltori ed apicoltrici che lottano per la tutela delle api e dell’ambiente. Il documentario, nato dal reportage Hunger4Bees che ha vinto il Journalism Grant, è stato realizzato dalle giornaliste Monica Pelliccia e Adelina Zarlenga, e la fotografa Daniela Frechero, per la regia di Silvia Luciani.

Al termine della proiezione, presentazione di ForBee  un gruppo nato all’interno dell’Associazione Apicoltori della Provincia di Brescia, in collaborazione con l’Associazione Apicoltori Lombardi, che ha lo scopo di sensibilizzare la popolazione sul tema della moria delle api e di preservare e incrementare la flora nettarifera.

programma-frutti-antichi-autunno-2017-api

h. 15.00

programma-frutti-antichi-autunno-2017-legumi-01

L’IMPORTANZA DEI LEGUMI NELL’ALIMENTAZIONE, IN PARTICOLARE NELLA PASTA GLUTEN-FREE

Conversazione a cura della Facoltà di Agraria dell’Università Cattolica del Sacro Cuore di Piacenza

TUTTO IL GIORNO

frutti-antichi-paderna-castello-piacenza-autunno-uncinetto

MINI MARKET ALL’UNCINETTO

Una straordinaria esposizione tutto ciò che è commestibile… all’uncinetto.
Fantasia, creatività e manualità sono messe a disposizione dal Corso di uncinetto creativo koala “C.U.C.K.” dell’ associazione L’egalitè di Sarzana

“CUSTODI DEL SILENZIO”

“Prima della notte, Un anno con i pastori erranti della Lucania”
La narrazione prende le mosse all’inizio dell’autunno del 1954, all’interno di un casóne adiacente
ad un grande jazzo nel cuore della Lucania, e termina alla fine dell’estate dell’anno successivo,
con la partenza delle greggi dai pascoli montani.

programma-frutti-antichi-autunno-2017-custodi-del-silenzio-01

Spazio Bimbi

frutti-antichi-paderna-castello-piacenza-autunno-ulisse-ferrari

LA NATURA: TEATRO A CIELO APERTO

Sabato h 11,00 e domenica h 15,00 presso lo spazio bimbi laboratorio
LA NATURA: TEATRO A CIELO APERTO a cura del prof. Ulisse Ferrari

TUTTO IL GIORNO

IL GIOCO DELL’OCA DEL RISO

sabato e domenica presso lo stand di DONNE&RISO nella corte grande il GIOCO DELL’OCA DEL RISO

frutti-antichi-paderna-castello-piacenza-autunno-gioco-riso
frutti-antichi-manifestazione-castello-paderna-pontenure-autunno-LUDOBUS

LUDOBUS

Sabato e domenica tutto il giorno nello SPAZIO BIMBI davanti al castello vicino all’area MERCATO LUDOBUS come di consueto Barbara e Franco faranno divertire grandi e piccini con i GIOCHI ANTICHI.

PATATA QUARANTINA IL GIOCO DELL’OCA DELLE PATATE

Sabato e Domenica presso lo stand dell’associazione PATATA QUARANTINA il GIOCO DELL’OCA DELLE PATATE

gioco-patate-programma-frutti-antichi
@ 2015 Tutti i diritti riservati a Frutti Antichi - Design by UP&POLIEDRA